VILLA PEPOLI

detta "Il Palazzon"

L'insediamento di Trecenta, presso il fiume Tartaro, era soggetto alla signoria estense dalla fine del Duecento. A quest'epoca risale la notizia della presenza di un castello, posto in una posizione strategica rispetto alle vie fluviali e coinvolto, nel corso dei secoli, in vicende di distruzione e di passaggi di proprietà.

La famiglia Pepoli, che dominò la città di Bologna nel XIV sec. e che era unita a quella dei Bentivoglio a causa di legami parentali, ottenne tutti i beni del casato ferrarrese a Trecenta nel 1575; come alcuni recenti dati archivistici sembrano dimostrare, alle strutture dell'antico castello si era sovrapposta, negli stessi anni, quella di un mulino sotterraneo, il cui funzionamento era alimentato dai corsi d'acqua che confluivano nel porto fluviale del paese. Fu il conte Ercole Pepoli a volere l'opera di restauro dell'edificio, d'ora in avanti conosciuto come il Palazzon: i lavori presero avvio nel 1687, su progetto dell'architetto bolognese Giuseppe Antonio Torri. La nuova costruzione poggiava in gran parte sulle fondazioni del castello preesistente, mostrando in effetti, all'esterno, l'aspetto di un forte piuttosto che quello di una residenza nobiliare. Tuttavia, mentre il prospetto principale, con la cornice superiore a dentelli e i corpi laterali sporgenti, simili a vere e proprie torri, era privo di elementi decorativi, la profusione di ornamenti degli ambienti interni rivelava il rango della committenza. Oltrepassato l'ingresso al piano terra, lo spazio si dilatava in un grande salone a tutta altezza, circondato da un ballatoio continuo a profilo curvilineo in corrispondenza del secondo livello, e decorato, sia sulla superficie parietale che sul soffitto, da una ricchissima stuccatura, realizzata da maestranze bolognesi e attribuibile forse a Bezzi, allievo di Giuseppe Maria Mazza. Il riquadro centrale del soffitto presentava due grandi angeli, mentre ai quattro angoli della sala erano posti dei grandi cigni con corona e ali aperte; il secondo livello era poi scandito da un ordine di lesene che inquadravano le aperture. L'ottimo stato di conservazione in cui oggi si presenta l'edificio è dovuto al generale restauro attuato dalla Regione del Veneto negli anni Novanta.

VILLA PEPOLI DETTA IL PALAZZON Via Cavour 45027 Trecenta (RO) Tel: +39 0425 701089 Fax: +39 0425 700265 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.comune.trecenta.ro.it

 

Agenzie viaggio

Se sei un agenzia di viaggio compila il form per rimanere sempre aggiornato.

Iscrizione Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità che Ville Venete & Castelli ti offre. Iscriviti ora alla newsletter.

Informazioni

Ville Venete & Castelli

Indirizzo:  Via Santa Bona Vecchia 117/F - 31100 Treviso

Telefono: +39 0422 431605

Skype: villevenetecastelli