I TESORI DELL’ADRIATICO

 

Progetto Europeo

 

Il progetto, approvato e finanziato dall’Unione Europea, ha visto Ville Venete & Castelli come Leader ed ha operato per la valorizzazione turistica delle dimore storiche dell’intero Comparto Adriatico. Il Progetto è stato strutturato su base transnazionale coinvolgendo, oltre alle sette regioni adriatiche italiane, anche i Ministeri della Cultura di Croazia, Albania, Serbia e Montenegro.

Il Portale Web www.tesoridelladriatico.com testimonia l’importanza e la rappresentatività di un progetto corale.  

QUESTE SONO LE ATTIVITA' SVOLTE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

 

 

 

AT-1 Coordinamento generale di  “Ville Venete & Castelli”

      Si è costituito un Network delle dimore storiche dell’entroterra transfrontaliero adriatico che offrono servizi turistici. Un’unica omogenea realtà che può imporsi sul mercato internazionale evidenziando le ricchezze storico/architettoniche di un territorio vasto e variegato come storia, tradizioni e cultura. Il network dà la possibilità ad alcune zone svantaggiate (costa italiana, Dalmata, aree interne della Croazia e della Serbia e Montenegro) di promuoversi con un'immagine coordinata, affiancata a zone già conosciute ed affermate, permettendo così alle prime di proporsi con il massimo di efficacia ed il minimo di investimento economico. Il network così costituito permetterà analoghi vantaggi anche alle zone adriatiche dei Balcani.

2 Responsabile: Regione Marche

Attuazione di un censimento sistematico delle dimore storiche e dei castelli del territorio transfrontaliero dell’Adriatico (integrando i dati regionali esistenti) e pubblicazione dei risultati. Analisi accurata del patrimonio architettonico esistente e del suo utilizzo a fini turistici, individuazione delle difficoltà e delle potenzialità turistiche delle dimore storiche nelle zone meno sviluppate. Classificazione delle dimore storiche che offrono servizi turistici e la loro suddivisione per tipologia di utilizzo: Alberghi, Ristoranti, Centri Congressuali, B&B, Agriturismo e Sedi per l’organizzazione di Eventi Culturali: (concerti, teatro, danza, mostre, laboratori) e di tutti gli aspetti collegati all’economia locale (cantine di produzione vino, spacci aziendali, esposizioni prodotti, ecc..). I dati sono stati verificati con i fattori di mercato presenti sul territorio, per individuare l’ambito ed il settore turistico più opportuno, il giusto target di mercato cui è possibile riferirsi, i necessari collegamenti, la tipologia di servizi aggiuntivi necessari, il livello qualitativo di standard utili per essere inseriti in un contesto di mercato “turistico-culturale”. Valutazione comparata con analoghi utilizzi turistici delle dimore storiche di altre realtà europee.

3 Responsabile: Emilia Romagna

Raccolta di studi e ricerche sugli aspetti storici che legano le dimore storiche a vantaggio di una fruibilità transfrontaliera e per l’individuazione di percorsi tematici itineranti e comuni. Con la riscoperta delle loro radici in feste, sagre e rievocazioni storiche, conducendo il turista in ambienti medievali e solenni cerimonie religiose, portandolo ad assistere allo sposalizio con il mare o a quello dei contadini con la propria terra. Si è realizzata una sezione completamente dedicata alle manifestazioni più caratteristiche e turisticamente più interessanti delle varie zone transfrontaliere (rievocazioni storiche, mercatini dell’antiquariato, sagre popolari, ecc…) con verifica delle potenzialità che i collegamenti con il mare possono offrire. Questo data-base è un aiuto per tutti gli operatori turistici adriatici e si propone come supporto nella realizzazione di nuove e attraenti proposte alla propria clientela. Il data-base costituisce la struttura per facilitare azioni per un coordinamento accurato delle iniziative e per dare continuità ed un filo comune alle varie attività promo-conoscitive che rendano omogenei e facilmente connotabili gli itinerari sviluppati nel contesto progettuale della valorizzazione delle dimore storiche. La finalità è quella di far sistema dell’immenso e variegato patrimonio di rievocazioni e tradizioni che unisce indissolubilmente le dimore storiche al territorio.

4 Responsabile: Molise

Individuazione e pubblicazione della documentazione di riferimento delle risorse dei territori circostanti alle dimore storiche (aspetti paesaggistici, architettonici, culturali, enogastronomici, produttivi, itinerari collegati alla nautica da diporto) che possono fungere da collante all’integrazione e completamento dell’offerta turistica. I dati raccolti nella fase del censimento sono sistematizzati e collegati al contesto economico delle singole aree pertinenti alle dimore storiche. I collegamenti contengono le informazioni relative ad strutture ricettive alternative ed ad aziende che, pur non essendo situate in dimora storica, possono rappresentare dei validi punti di riferimento per il turista durante il suo soggiorno o nello svolgimento degli itinerari di visita. Tali strutture sono selezionate in vari settori, strettamente connesse ai circuiti turistici delle dimore storiche per la loro vicinanza geografica e per il supporto turistico che potranno offrire. Sono suddivise per tipologia: quelle di supporto logistico (trasportatori, guide, ecc..), quelle di svago o pausa (bar, ristoranti, negozi per lo shopping, centri benessere, maneggi, golf club, ecc…), quelle che propongono prodotti legati alle tradizioni dei luoghi (aziende vinicole, vetrarie, orafe ed agli innumerevoli laboratori artigianali che possono essere ad esse collegate). Tra le aziende elencate sono state individuate, in molto dettagliato quelle che possono avere dei rapporti commerciali per i soggetti gestori delle ville, che vengono così coadiuvati nella scelta dei fornitori sia per gli importanti eventi (aziende di catering, società di comunicazione, ecc…) che per la gestione quotidiana della struttura (restauratori qualificati, esperti giardinieri,..). Sono state valutate proposte per l’attivazione di speciali forme di collaborazione tra diversi soggetti gestori delle Ville e soggetti economici per dare assistenza ed agevolazioni ai fruitori dei servizi ed agli utenti finali.

5 Responsabile: “Ville Venete & Castelli” con la collaborazione della Serbia ed Albania

Costituzione di una rete informativa a supporto del funzionamento del Network, delle azioni di integrazione pianificate nel gruppo di progetto, per la condivisione delle informazioni e delle campagne di marketing. Tutto il lavoro di censimento, sia delle dimore storiche, sia delle manifestazioni ed eventi ad esse collegate, che delle aziende di supporto, sono fruibili tramite un apposito portale (ancora in stato di completamento) che diverrà lo strumento principale per lo sviluppo di appropriate campagne pubblicitarie. Lo strumento informatico è anche utile per l’attivazione di proposte di collaborazione con le Amministrazioni Pubbliche delle Regioni che si affacciano sull’Adriatico Il portale che ha la denominazione de “I Tesori dell’Adriatico” è diventato la “voce” del Network indicato al punto 1 e in cui sono riportati tutti i dati raccolti dai censimenti previsti dai punti successivi.

 6 Responsabile: “Ville Venete & Castelli” con la collaborazione del Montenegro e Croazia

Attività mirata alla ricerca, analisi ed all’integrazione delle diverse piattaforme informative esistenti nell’area transfrontaliera e per lo sviluppo di moduli software di interfaccia e collegamento. Questa fase rappresenta un momento indispensabile per rendere stabile e funzionale tutto il lavoro di messa in rete delle informazioni e documentazioni di progetto allo scopo di per permettere una continua interazione tra le varie zone transfrontaliere. Le attività sono legate allo sviluppo di un sistema che integri le diverse forme di veicolazione delle informazioni elettroniche in modo da permettere contatti ed aggiornamenti quotidiani e l’attivazione di forum.

7 Responsabile: Regione Abruzzo

Attività di marketing attraverso l’utilizzo delle tecnologie multimediali. Una volta realizzate le task di lavoro relative al censimento e le informazioni reperite nelle aree limitrofe alle Ville e dimore storiche sono state raccordate in un unico quadro strategico. Il materiale raccolto è stato trasformato in documentazione elettronica e messo in rete In questa prima fase è stata fatta una attenta azione di web-marketing per rendere visibile l’offerta de “I Tesori dell’Adriatico” ed ottimizzare le funzioni del portale. È prevista la produzione di documentazione su supporto informatico da veicolarsi via web e di dèpliants da distribuire nei modi e con i canali più appropriati. Analoga distribuzione sarà fatta di Cd e Dvd con l’inserimento di filmati e schemi interattivi.

8 Responsabile: Friuli Venezia Giulia

Partecipazione a Fiere e manifestazioni di livello nazionale ed internazionale per la divulgazione dell’iniziativa e dei rapporti di cooperazione nati per dare visibilità al patrimonio storico-architettonico-culturale tramite una lettura di fruibilità turistica. C'è un coordinamento tra tutti i partners coinvolti nel progetto “I.TES.A.” per definire le modalità di partecipazione ad eventi fieristici ed assicurare la nascita di accordi turistico-commerciali per dare una continua e significativa presenza sul mercato internazionale del turismo. Sono stati realizzati degli educational per giornalisti, esperti di settore, ecc… al fine di valorizzare al meglio l’iniziativa con articoli e redazionali su riviste di prestigio. Particolare attenzione e sollecitazione alla nascita di accordi culturali e commerciali per quelle zone dove meglio si possono individuare gruppi di utenti finali più sensibili od interessati al contesto storico che vede le dimore storiche al centro di un percorso che conduca anche un loro restauro ed ad un recupero funzionale. I partner di progetto hanno preso parte ad almeno 3 manifestazioni organizzate a carattere nazionale ed ad almeno 2 di interesse internazionale, in modo da assicurare una grande visibilità dell’iniziativa.

9 Responsabile: Regione Puglia – Dipartimento Industria

Attività di informazione e formazione specifica per gli operatori locali e di sensibilizzazione per policy maker. Sono stati programmati incontri bilaterali per formare sia gli operatori turistici sia gli amministratori coinvolti. Tali attività di formazione che è stata organizzata in modalità seminariale, sono stati tenuti in ciascuna delle Regioni e Nazioni partners. E' stato dedicato anche uno spazio particolare alle Soprintendenze dei Beni Artistici ed Ambientali delle regioni interessate che hanno sviluppato un decalogo per lo sviluppo sostenibile delle dimore storiche a fini turistici. L’esperienza maturata in tali regioni è stata preziosa soprattutto per le dimore storiche dei Paesi Balcanici. Per gli operatori turistici locali, i momenti di formazione sono stati divisi per tematiche con argomenti collegati alla fruizione delle dimore storiche, agli aspetti dell’ospitalità, della ristorazione, della congressualità, del marketing turistico, etc... Per tale attività sono state previste missioni da parte dei partners nelle varie Province italiane delle Regioni RAI ed alcune in territorio balcanico. Le missioni sono state sviluppate ed organizzate dai partners che hanno preso parte ai processi definiti in questa fase di lavoro.

10 Attività di gestione del progetto. “Ville Venete & Castelli”

La gestione complessiva del progetto fa riferimento alla metodologia del Project Management Cycle e sono state organizzate da un project Manager con il compito di responsabile generale di tutto il progetto. A tale figura sono stati associati:

a) un responsabile di coordinamento dei partner per ciascuna AT;

b) un gruppo di lavoro dove ha preso parte almeno 1 membro indicato dai singoli partner aderenti all’iniziativa;

Per la gestione delle attività ci si è serviti di:

1 - un sistema di comunicazione a distanza per lo scambio delle informazioni nella fase iniziale e del portale;

2 - un sistema amministrativo-gestionale unico al quale si sono uniformati tutti i partner;

3 - un sistema di analisi dello stato d’avanzamento del progetto che ha verificato gli scostamenti delle attività progettuali rispetto a quanto preventivato.

Il responsabile dell’azione di coordinamento è stata stabilita in capo al Lead Partner, cioè "Ville Venete & Castelli", ma tutti i partners sono stati coinvolti nelle attività di gestione del progetto.

Per quanto attiene, invece alle attività svolte dai partner dei Paesi PAO, esse sono state sviluppate ed organizzate in accordo con il Partner Serbo “Regional Institute for Protection of Cultural Monuments in Smederev”.

 

Agenzie viaggio

Se sei un agenzia di viaggio compila il form per rimanere sempre aggiornato.

Iscrizione Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità che Ville Venete & Castelli ti offre. Iscriviti ora alla newsletter.

Informazioni

Ville Venete & Castelli

Indirizzo:  Viale Umbria 6 - 30015 Chioggia (VE)

Telefono: +39 0422 431605

Skype: villevenetecastelli