VILLA DOGLIONI

Ristorante al Borgo

A ridosso del centro di Belluno, nei pressi della dimora dove visse Dino Buzzati, circondata da un ampio giardino si erge Villa, Doglioni, Campanaro, Beltramini, Viel, luogo strategico dal quale si può ammirare il suggestivo paesaggio dolomitico circostante.
L'antico portale con chiave d'arco segna l'accesso originario, che avveniva da nord a lato dell'edificio, come era prassi diffusa nelle ville del Bellunese. Attualmente l'ingresso avviene più a monte, nei pressi di un annesso rustico, separato dal corpo padronale da una siepe. Il parco è punteggiato da alberi ad alto fusto, tra cui una Sophora Japonica, e da sculture e incisioni in pietra, opera dell'artista locale Franco Fabiane. Sul retro, un altro annesso affaccia su un anfiteatro coperto di recente costruzione.

Il corpo villa fu eretto nel Settecento per volere della famiglia Doglioni, alla quale appartenne fino ai primi dell'Ottocento: lo stemma nobiliare, un tempo affisso sopra al portone d'ingresso, è oggi conservato nel Museo di Belluno. Successivamente la proprietà passò ai Campanaro, poi ai Beltramini e da ultimo ai Viel che, con un attento restauro ultimato nel 1979, donarono al manufatto il suo antico splendore. L'ala adiacente, a ovest, risale invece al XIX secolo.

Il volume principale è su due piani più sottotetto, mentre l'ala laterale si sviluppa solo su due. Il fronte tripartito con timpano in sommità ha un asse centrale descritto, al piano terra, da un portale d'ingresso con, ai lati, due piccoli fori ovali scavati in lastre in pietra, materiale che troviamo quale finitura su tutte le aperture dell'edificio; al piano nobile da una bifora, semplice ed essenziale, sormontata da una cornice in pietra; al piano secondo, da aperture ovali. Il fronte sul retro, pressoché identico, è valorizzato da un balconcino settecentesco lavorato con tondini in ferro intrecciato. Per la parte rimanente, l'edificio è scandito da aperture regolari. Singolari i due camini speculari, identificati verso il fronte da una superficie piana e lateralmente da due lame a formare un'intercapedine.

Gli ambienti ospitano collezioni di opere di artisti locali. Uno dei camini che riscalda le stanze, in pietra rossa, è affiancato da un originale scaldavivande in pietra di Castellavazzo, che funzionava mediante l'immissione, in piccoli fori nella muratura, di braci ardenti.
In passato ospitò la vedova di Cesare Battisti mentre, durante i conflitti, divenne scuola elementare.
Attualmente è sede del ristorante Al Borgo, in omaggio all'antica denominazione della località, della Associazione Amici del Borgo e accoglie spettacoli e mostre di vario genere.

RISTORANTE AL BORGO – VILLA DOGLIONI Via Anconetta, n°8 – 32100 Castion (BL) tel. +39 0437926755 fax +39 0437926411 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    www.alborgo.to  

 

Agenzie viaggio

Se sei un agenzia di viaggio compila il form per rimanere sempre aggiornato.

Iscrizione Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità che Ville Venete & Castelli ti offre. Iscriviti ora alla newsletter.

Informazioni

Ville Venete & Castelli

Indirizzo:  Viale Umbria 6 - 30015 Chioggia (VE)

Telefono: +39 0422 431605

Skype: villevenetecastelli