HOTEL VILLA TACCHI

Hotel & Meeting

 

Un Hotel 4 stelle immerso nella tradizione veneta

La storia dell’attuale Hotel 4 stelle di Padova ha inizio alla fine del 1600, quando venne costruita per volontà della ricca famiglia Guzzo Baretta, che all’epoca possedeva una proprietà di 400 ettari; la stessa nobile famiglia poteva vantare una storia particolare: Iseppo Guzzo e Paolo Antonio Baretta erano infatti due soci in affari, mercanti provenienti da Bergamo e trasferitisi a Vicenza verso il 1664. Paolo Antonio sposò la sorella di Iseppo, Paola, dalla quale ebbe il figlio Carlo. Iseppo a sua volta aveva soltanto due figlie, per cui furono nominati eredi i figli del Baretta a condizione che portassero il cognome composto Guzzo Baretta. Carlo morì il 6 maggio 1747 e fu sepolto nella chiesa di S. Marco detta degli Scalzi a Vicenza, dove aveva fatto erigere l’altare in marmo di Carrara dedicato a Santa Teresa d’Avila, ponendovi lo stemma dei Guzzo Baretta, diventati nobili blasonati. Alla morte di Carlo, eredi universali in parti uguali restarono la contessa Paolina Guzzo Baretta Mattarella – moglie del conte Francesco Mattarelli – e la contessa Gioseffa Guzzo Baretta Muttoni- moglie del conte Girolamo Muttoni. Il figlio di quest’ultima, Giovanbattista Muttoni, nel 1810 vendette tutti campi in sua proprietà, inclusi la villa e la Cappella di Santa Croce, al nobile vicentino Antonio Cabianca. Nel 1878, per atto di compravendita tutta la proprietà passò alla nobile famiglia dei De Tacchi da Rovereto, i quali vi stabilirono la loro residenza attratti dalla comoda posizione della villa situata nelle vicinanze di Vicenza e di Padova. Si susseguirono quindi diversi atti di compravendita, fino alla proprietà attuale. I lavori di restauro di Hotel Padova Villa Tacchi più imponenti si sono verificati negli anni ’90, con il consolidamento strutturale dei coperti, ed il conseguente isolamento e impermeabilizzazione degli stessi. Gli interventi si sono concentrati quindi sulle strutture interne, rinforzate e ristrutturate mantenendone comunque intatte le caratteristiche architettoniche e culturali più significative. I locali del ristorante La Tavernetta e la Sala Stemmi sono stati ricavati dagli annessi rustici esistenti, un tempo adibiti a deposito di prodotti agricoli e ricovero animali. I pavimenti al piano terra, in mosaico alla veneziana, sono stati eseguiti con grande maestria dai migliori artigiani locali, seguendo le stesse tecniche ed utilizzando gli stessi materiali in uso nel 1500 a Padova. Restano comunque alcuni splendidi pavimenti originali tipici delle ville palladiane di Vicenza, restaurati con precisione, come il pavimento originale in noce della Sala Bianca, quello in mosaico alla veneziana della hall e delle Sale Rosa e Gialla. I bagni e i pavimenti della Sala Bar sono stati rivestiti con marmi italici di provenienze e colori diversi per arricchire visivamente lo sguardo dell’ospite senza turbare la sobrietà del luogo. La maggior parte dei serramenti è stata restaurata e riutilizzata, e i nuovi serramenti sono stati creati con lo stesso materiale e seguendo lo stesso metodo degli originali da valenti artigiani, con una  lavorazione avvenuta esclusivamente a mano. Le tinteggiature interne sono state eseguite a base di terre e grassello di calce naturali lavorato con vecchie tecniche tipiche delle ville di Vicenza. Le decorazioni della Sala Muse richiamano la classicità del luogo e raffigurano le 9 muse protettrici delle arti e delle scienze, mentre il Leone di S. Marco al centro rievoca la Serenissima Repubblica di Venezia che dominò Padova fino al 1797. La Sala Stemmi invece, porta nelle pareti gli affreschi dei comuni d’Italia censiti a fine ’800. Gli affreschi della hall, eseguiti da padre Tapparo con tecniche e materiali antichi, raffigurano angeli musicanti, mentre i dipinti a tempera raffigurano le quattro stagioni e i quattro elementi naturali: acqua, fuoco, terra, aria. La fontana sul parco a sud di Villa Tacchi è stata eseguita in pietra tenera di Vicenza dal maestro locale Gianfranco Tancredi e rappresenta la figura mitologica di Nettuno attorniato da tre ninfe. Villa Tacchi nella sua posizione strategica della provincia di Padova e nei pressi di Vicenza, è ora un Hotel 4 stelle di lusso per vacanze, ma anche la location perfetta per eventi aziendali. Al suo interno il ristorante pregiato La Tavernetta vi aspetta per cene a lume di candela, business lunch, ricorrenze e qualsiasi Vostro evento speciale vogliate festeggiare da noi!

Villa Tacchi  sorge in una villa di ispirazione palladiana di fine XVII secolo, immersa in un parco storico a soli a 9 km da Vicenza, e offre una piscina all’aperto circondata da alberi imponenti. L’architettura tradizionale di Vicenza trova il suo massimo splendore nella villa palladiana che  crea una deliziosa armonia tra l’antico e il moderno. Le camere di Hotel Padova Villa Tacchi sono una diversa dall’altra, e alcune presentano tipici soffitti alla veneziana con travi a vista. La connessione Wi-Fi è gratuita in tutto l’Hotel. Ubicato in posizione strategica nel cuore del Veneto, Hotel Padova Villa Tacchi offre un parcheggio gratuito. Padova e Vicenza sono facilmente raggiungibili in venti minuti. Il Ristorante dell’Hotel, La Tavernetta, è aperto tutti i giorni, sia a pranzo che a cena (domenica sera e lunedì a pranzo su prenotazione). A vostra disposizione anche un grazioso lounge-bar e un solarium con lettini e ombrelloni.

Villa Tacchi ha 49 camere, arredate in stile classico, di cui junior 5 suites, 29 tra doppie e triple, 15 singole; Ampi e numerosi spazi ristorativi con cucina tipica di Vicenza e di Padova. Hotel Padova Villa Tacchi è in grado di offrire prodotti locali ed artigianali; Sale congressuali, che possono ospitare da 12 a 270 persone,dove è disponibile il collegamento internet con tecnologia WI-FI; Sala bar con servizio al tavolo; Piscina esterna attrezzato con lettini ed ombrelloni; Parcheggio privato esterno da 200 posti auto.

 

 Il ristorante La Tavernetta, immerso nell’atmosfera suggestiva e romantica di Hotel Padova Villa Tacchi.

Curato nei minimi dettagli, La Tavernetta combina il piacere di una cucina raffinata con l’eleganza di un ambiente caldo ed accogliente, ideale per vivere un momento conviviale indimenticabile.

I nostri menù à la carte variano continuamente, spaziando dalle migliori tradizioni culinarie di Padova a piatti ricercati ricchi di sapori nuovi ed esotici, accompagnati da vini selezionati e di qualità garantita. In caso di allergie, intolleranze alimentari o altre motivazioni, il personale di sala sarà lieto di indicarVi gli ingredienti utilizzati e i metodi di cottura seguiti per la preparazione di ogni portata, e garantirVi la disponibilità di preparare alimenti speciali che potete fornire Voi stessi allo Chef.

Inoltre, La Tavernetta si pone come luogo ideale per pranzi di lavoro, con menù studiati ad hoc per soddisfare le necessità dei Vostri clienti in tempi rapidi e senza rinunciare alla classe di un ristorante a quattro stelle.

Sale per Meetings

L’Hotel Villa Tacchi è in grado di offrire un servizio impeccabile per soddisfare al meglio le esigenze dei congressisti nella provincia di Padova ma anche a pochi minuti da Vicenza; dotato di sette sale modernamente attrezzate, è capace di accogliere diverse tipologie di meeting e convegni. Scopri qui sotto le soluzioni aziendali di Hotel Villa Tacchi e chiedi informazioni su quello che ti serve. Scoprite quanto è comodo Hotel Villa Tacchi per raggiungere la Fiera di Vicenza e la  Fiera di Padova.

Hotel Padova Villa Tacchi dispone si 2 grandi sale per congressi o convegni e 6 salette per riunioni e meeting. Nel complesso le sale possono ospitare da un minimo di 12 persone in Sala Rosa ad un massimo di 270 persone in Sala Muse. Gli splendidi giardini fioriti, i prati all’inglese, i viali e l’immenso parco secolare sono un luogo incantevole per attività di outdoor, team building e per attività espositive in genere. Sarete inoltre costantemente supportati ed affiancati da personale qualificato in grado di rispondere alle necessità organizzative della clientela Business. Durante i vostri meeting sono previste (previa prenotazione anticipata) pause per ristori quali coffee break e pranzi, a vostra disposizione il ristorante dell’Hotel che propone piatti tipici veneti, menù speciali anche per vegetariani oltre ad avere un occhio di riguardo per gli intolleranti e gli allergici. Ampio parcheggio esterno gratuito.

 

Sposi in villa a Padova con parco e piscina.

Hotel Padova Villa Tacchi dispone di ampi saloni climatizzati, interamente decorati e capaci di ospitare fino a 350 persone; saloni che godono della luminosità e dell’incanto offerti dalle grandi vetrate, creando una naturale continuità tra esterno ed interno e consentendo così di vivere la bellezza del parco.

 

Matrimonio con rito civile in Hotel Villa Tacchi

Un luogo dove l’atmosfera elegante e d’altri tempi si incontra con la modernità di un servizio impeccabile per rendere perfetti i vostri ricevimenti nuziali, feste e ricorrenze.

La nostra proposta comprende: Raffinati Menu personalizzati, ideati in base alle esigenze degli Ospiti; Cucina Interna con personale qualificato; Ampio parco storico dell’Hotel a disposizione per aperitivi e magnifico scenario per le Vostre foto di Nozze senza allontanarsi dalla Villa; Junior Suite in regalo ai novelli sposi per la Prima Notte di Nozze; Chiesetta storica per cerimonie civili o simboliche; Parcheggio privato gratuito per oltre 200 macchine; Stampa Cartoncino Menu Personalizzato incluso.

All’interno di Hotel Villa Tacchi è possibile celebrare il rito civile (valido legalmente) grazie all’accordo con l’amministrazione comunale di Gazzo (provincia di Padova). Per informazioni rivolgetevi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure telefonate al +39 049 9426111

 

Puoi trovare la tua bici a noleggio nel nostro Hotel!

Dal 1 aprile 2014 Hotel Padova Villa Tacchi è diventata protagonista di una grande novità: adesso siamo anche un punto di noleggio bici! Grazie alla posizione strategica nel cuore del Veneto, si possono velocemente raggiungere le località di Padova e Vicenza in pochi minuti, inoltre, tutti i paesi caratteristici con le loro tradizioni diventano ora ancora più godibili poichè la bicicletta permette di gustarsi il panorama e di fermarsi per scattare una foto senza dover pensare a “dove poter parcheggiare l’automobile”.

Potrete dunque scegliere fra diverse tipologie di bici e diverse proposte di percorso, per godere degli splendidi panorami che offre la nostra zona. Il cicloturismo è molto più che un semplice modo per visitare una località: esprime una nuova filosofia orientata all’ambiente e al territorio ed un nuovo metodo di creare  un turismo sostenibile e sempre di qualità.Villa Tacchi Hotel Padova offre molto più di questo: Il parco bici comprende anche diverse bici elettriche, quindi spostarsi sulle due  ruote non è mai stato più divertente e più facile! Anche per chi non se la dovesse sentire, le bici con pedalata assistita permettono di ridurre lo sforzo fisico e di trarre ancora più beneficio del panorama del luogo.

Salite in sella e trascorrete una giornata con chi più vi piace e una volta da noi provate a vedere cosa vi riserva il menù del nostro ristorante “La Tavernetta”.

Visitate il nostro sito e approfittatene: scoprite tutte le promozioni del periodo primaverile per godervi una vacanza di relax: l’alta professionalità del nostro personale saprà mettervi a proprio agio e dentro le mura di questa favolosa villa palladiana potrete trovare ristoro e una sempre calda accoglienza.

 

Il giardino per le vostre passeggiate

Ogni parco, ogni giardino, ogni insieme spontaneo di fiori racchiude il fascino innato della natura, ma ciò che distingue il parco dell’Hotel Padova Villa Tacchi è racchiuso nell’armonia in cui colori, profumi e innesti diversi convivono e si mischiano uno con l’altro, formando un vero e proprio percorso nella storia della botanica secolare di Padova.
Ecco perché tutti gli alberi e tutte le piante presenti nel nostro parco sono stati mappati e sono accompagnati da un cartellino che ne indica storia e provenienza, regalando ai nostri visitatori una passeggiata all’insegna del relax e della cultura.

Il percorso ideale parte dall’ingresso principale dell’Hotel 4 stelle, dove in primavera ed estate si possono ammirare alcune rigogliose ortensie dai fiori rosa e viola che ornano la facciata esterna della villa. Proseguendo verso destra, si possono osservare splendidi tigli di origine europea in cui fiori dal colore avorio, presenti a giugno e a luglio, posseggono numerose proprietà utili all’uomo, sono infatti sedativi, diuretici, ipotensivi, emollienti e lenitivi.

Vicino ai tigli è presente un’altra pianta secolare, il Liquidambar (Liquidambar styraciflua), originaria delle regioni atlantiche dell’America settentrionale e la cui introduzione in Italia viene fatta risalire al 1680. Il suo nome, letteralmente “ambra liquida”, deriva dalla capacità dell’albero di produrre una resina chiamata anche “Balsamo d’Ambra”, caratterizzata da un forte e piacevole odore acromatico.

Attorno alla grande fontana non possono passare inosservate due imponenti piante di Taxodium (Taxodium distichum) conosciuto anche come “cipresso calvo delle paludi” poiché deriva proprio dalle paludi della Florida. Queste piante sono caratterizzate da particolari formazioni alla loro base costituite da radici aeree dette “pneumatofori” che fuoriescono dal terreno per un’altezza di 5/10 o più centimetri. Il cipresso calvo è tra le poche conifere a fogliame deciduo ed il suo nome generico Taxodium deriva dall’aspetto della pianta e delle foglie simile a quello del tasso. In autunno le foglie assumono colorazioni rosso-arancio e cadono nella loro totalità: da ciò deriva il nome di “cipresso calvo”.

Accanto al Taxodium cresce un arbusto rustico e vigoroso: il Ceanothus x delilianus, varietà Glorie de Versailles. Le sue foglie sono larghe ed ovali e da giugno fino all’autunno si possono ammirare i fiori di colore blu pallido raccolti in racemi.

A destra della grande fontana sono presenti alcune belle piante di Forsizia (Forsithya vividissima), arbusti da siepe rusticissimi e di grande effetto a primavera quando si rivestono completamente di fiori giallo-oro molto appariscenti.

Nella zona nord della fontana si incontrano poi piante di Viburno e di Lagerastroemia. Il viburno si riconosce per i suoi fiori bianchi dall’aspro profumo e per le sue foglie ovali, cordate alla base e finemente dentellate lungo il margine, mentre la lagerstroemia (Lagerstroemia indica) si copre di graziosi fiori rosa-lillà nel periodo che va da agosto a settembre.

La nostra passeggiata ideale prosegue poi in direzione del lungo viale che porta al cancello d’ingresso dell’Hotel 4 stelle dove, sulla destra, fa bella mostra di sé una Quercia Rossa Americana (Quercus rubra) da sempre simbolo di forza e longevità.

Accanto alla quercia si sviluppano in filare lungo il viale, sia a destra che a sinistra, i cosiddetti Alberi dei Tulipani (Liriodendron tulipifera), così denominati per i loro fiori di colore giallo-verde a forma di tulipano che si possono ammirare sulla pianta nei mesi di giugno e luglio. Anche questo esemplare fa parte delle importazioni da parte dell’orto botanico di Padova avvenute nei secoli precedenti.

Avvicinandoci alla zona del grazioso laghetto nel quale si possono ammirare alcuni splendidi cigni, troviamo il Pioppo Bianco (Populus alba), originario dell’Europa centro-meridionale e dell’Asia occidentale. Questa pianta è caratterizzata da foglie caduche, tomentose e di colore bianco cenere nella pagina inferiore e di colore verde intenso in quella superiore.

Il laghetto è circondato ancora da molte altre interessanti piante: il Salice Piangente (Salix babylonica), il Carpino Bianco (Carpinus betulus) ed alcune splendide azalee, piante acidofile dalla bellissima fioritura che adornano l’antica ghiacciaia.Il percorso del parco continua poi verso la Cappella di Santa Croce, alla cui destra troviamo alcuni Ginkgo (Ginkgo biloba), alberi che a buon diritto possono essere considerati come fossili viventi, in quanto sono piante presenti sulla terra sin dalla preistoria (250 milioni di anni fa!). Gli studiosi le considerano come organismi viventi che si sono rifiutati di evolvere. Il Ginkgo è di origine orientale ed è considerato sacro: per tale motivo viene piantato vicino ai templi di Buddha. Le foglie di questa pianta hanno una caratteristica forma a ventaglio ed assumono una bellissima colorazione giallo-oro prima della caduta. Dalle stesse si estraggono principi attivi che favoriscono la circolazione del sangue e che costituiscono un ottimo antiossidante in quanto preservano le cellule dell’uomo dall’invecchiamento: per questa ragione il ginkgo viene anche chiamato albero della vita. Secondo la tradizione il ginkgo venne importato a Padova nel 1750.

Vicino alla Cappella ci sono anche altre bellezze verdi da ammirare: le Abelie, con i loro profumati fiori rosa e gli Aceri Giapponesi (Acer palmatum) originari del Giappone, della Corea e della Cina. Una curiosità: in autunno le foglie dell’acero diventano rosso sangue dopo essere virate dal giallo all’arancio; tale colorazione fece attribuire a questi alberi un carattere funesto e, per questa ragione, essi vennero dedicati a Fobos, il Dio della paura, figlio di Ares, dio della guerra.

Continuando il nostro percorso lungo il giardino dell’Hotel 4 stelle, dietro alle quattro piante di ginkgo troviamo la Parrotia Persica, originaria del Nord dell’Iran, che si presenta con foglie di colore rosso dorato in autunno e fiori composti da grappoli di stami cremisi a primavera.

Nella stessa zona sono presenti anche il Ceanothus pallidus, verietà Marie Simon, i cui fiori di color rosa pallido sbocciano in estate, ed il Gelsomino (gen. Jasminum), caratterizzato dall’inconfondibile ed intenso profumo emanato dai suoi piccolo fiori gialli e bianchi.

Altre verdi bellezze arricchiscono ancora il nostro parco, come il Cedro (Risalente alle importazioni dell’orto botanico di Padova nei secoli precedenti), il Faggio, l’Acero Riccio, un’altra maestosa quercia rossa ed ancora alcuni cipressi caldi delle paludi situati vicino al piccolo corso d’acqua.

Proseguendo la nostra passeggiata, attorno alla graziosa fontana dell’Hotel 4 stelle spiccano le Magnolie, simbolo fin dal passato di buon auspicio. Nel nostro parco ne sono presenti di varie specie: la Magnolia liliflora, pianta caducifoglia conosciuta come magnolia obovata o magnolia giapponese, la Magnolia di Soulange (Magnolia x soulangiana) anch’essa caducifoglia e la sempreverde Magnolia grandiflora che è la più classica e conosciuta magnolia dai grandi fiori bianchi. Uno dei primi alberi di magnolia, se non addirittura il primo, è stato introdotto in Italia nel 1786 ed è tutt’ora situato nell’orto botanico a Padova.

La magnolia obovata può raggiungere 1 18-20 metri d’altezza e presenta una forte espansione della ramificazione sino a 7-10 metri di diametro. I suoi fiori sono piuttosto grandi, di colore bianco-giallastro ed in piena fioritura sono esaltati dal colore rosso dagli stami che contribuiscono a dare un particolare effetto cromatico alla pianta.
La Magnolia di Soulange può raggiungere gli 8 metri d’altezza e a maggio fiorisce con grandi fiori a forma di tulipano bianchi e rosa. Proseguendo verso destra si ergono forti e maestose le centenarie Magnolie Grandiflore le quali possono raggiungere i 25 metri d’altezza con portamento piramidale ed una chioma molto fitta di foglie verde intenso e fiori bianchi a sei petali.

Dietro la fontana centrale troviamo l’albero più vecchio del parco, simbolo storico dell’Hotel Padova Villa Tacchi: lo Scotano (Cotinus coggygria) detto anche albero della nebbia in quanto le sue infiorescenze di oltre 20 centimetri, costituiscono pannocchie piumose di particolare effetto che fanno apparire l’intera pianta avvolta in una sofficissima lanugine rosea con colore che sfuma verso il grigiastro quando l’infiorescenza matura in estate. Si tratta di una pianta autoctona, datata alla fine del ‘600, che in autunno presenta foglie di color rosso vinaceo.

Nelle vicinanze dello scotano, alla sua destra, è presente una lunga fila di Carpini Bianchi (Carpinus betulus) che delimitano elegantemente il nostro parco mentre altre piante intensamente profumate fanno bella mostra di loro, come l’Osmanthus fragrans (conosciuto anche come Olea Fragrans) dal quale si ricava l’essenza base di molte profumazioni. Dietro l’Osmanthus si riconosce la Camelia che, a partire dalla fine dell’inverno, inizia a produrre fiori di svariati colori (bianchi, rosa e rossi). Alle spalle della camelia troviamo il Calicanto invernale (Chimonanthus praecox) anch’esso con un intenso profumo emesso dai suoi piccoli fiori gialli presenti in inverno.

La facciata sud dell’Hotel 4 stelle è ornata da splendide piante centenarie di Rosa dai classici colori rosa e bianco mentre sulla terrazza bar sono presenti alcuni esemplari di Trachycarpus fortunei, palme con larghe foglie palmate a forma di ventaglio e fusto peloso che può raggiungere notevoli altezze.

Nella stessa area troviamo il Calicanto estivo (Calycanthus floridus) arbusto dalla chioma tondeggiante con grandi foglie acuminate e fiori rossi che sbocciano all’estremità dei suoi rami da giugno a settembre.

Il nostro percorso sta per volgere al termine ma non prima di avere esplorato l’ultima zona del parco, ovvero quella a destra del cancello dell’entrata sud dell’Hotel. Qui possiamo osservare una fila di Gleditsie (Gleditsia triacanhos), alberi detti anche Spine di Cristo in quanto, secondo le credenze popolari, la corona di spine messa in capo a Cristo sarebbe stata realizzata proprio con i rami di questa pianta. Si tratta di un albero di medie dimensioni con chioma ampia e vaporosa e corteccia che presenta numerose spine, sia sul fusto che sui rami. In estate i suoi piccoli fiori bianco-verdastri lasciano spazio ai frutti, lunghi baccelli semilegnosi di colore rosso bruno.

Nella stessa zona osserviamo ancora un vigoroso Olmo campestre (Ulmus minor) dalle foglie ovate di colore giallo – bruno passato indenne agli attacchi della grafiosi dell’olmo, malattia fungina che ha decimato la maggior parte degli olmi del nostro paese, ed ancora l’Acero Saccarino (Acer saccharum) noto per la sua linfa ricca di zucchero con la quale si produce il famoso sciroppo d’acero.

La nostra passeggiata volge al termine con l’arbusto considerato come il più bello d’Italia: il Corniolo (Cornus mas). Esso fiorisce da gennaio fino a marzo con piccoli fiori gialli riuniti in infiorescenze formate da una decina di fiori singoli. I frutti di questa pianta sono utilizzati per produrre bevande, liquori, dolci, gelatine e marmellate. Vengono inoltre sfruttati anche per uso medico, grazie alla loro azione tonico-astringente e per la cura delle malattie della pelle.

La lunga tradizione degli orti botanici, utilizzati sia per le erbe officinali sia per l’ornamento di giardini pubblici e privati, deriva dalla città di Padova che ha influenzato tutta la regione del Veneto nell’età dell’oro delle repubbliche marinare in cui Venezia dominava il commercio nel mediterraneo e con l’Oriente. Hotel Padova Villa Tacchi si propone dunque lo scopo di mantenere viva una tradizione che ormai fa parte del territorio da secoli nelle città più vicine quali Padova e Vicenza, oltre che di creare un ambiente di totale rilassamento per i propri clienti che desiderano passaggiare incuriositi nel parco, o più semplicemente godersi i colori suggestivi immersi nella tradizione di un’antica Padova.

 

VILLA TACCHI Via Dante, n° 11 - 35010 Gazzo Padovano (PD) Tel. +39 049 9426111 fax +39 049 9426068 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Agenzie viaggio

Se sei un agenzia di viaggio compila il form per rimanere sempre aggiornato.

Iscrizione Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità che Ville Venete & Castelli ti offre. Iscriviti ora alla newsletter.

Informazioni

Ville Venete & Castelli

Indirizzo:  Via Santa Bona Vecchia 117/F - 31100 Treviso

Telefono: +39 0422 431605

Skype: villevenetecastelli